Il miele del Pollino

Il miele è uno di quei prodotti con una forte impronta territoriale, ogni miele è diverso, a seconda delle stagioni e della vegetazione presente nei diversi luoghi. Noi abbiamo scelto di valorizzare e tutelare i mieli della nostra terra: l'Alta Valle del Frido.

Continua Miele del Pollino

Miele da apicoltura biologica

Produrre miele con metodo biologico, per noi rappresenta la certificazione del nostro modo di fare apicoltura, in perfetto equilibrio con la natura, che da sempre ci contraddistingue...

Continua Apicoltura biologica

Didattica ed educazione ambientale

Apicoltura Serra del Prete è a disposizione di chiunque voglia avvicinarsi all’affascinante mondo delle api del Pollino...

Continua Didattica ed educazione ambientale sul Pollino

Escursioni sul Pollino

Dal cibo degli Dei al giardino degli Dei, percorsi affascinanti, varietà di ambienti e scorci panoramici nel cuore del Parco Nazionale del Pollino...

Continua Itinerari sul Pollino
L'apiario
I nostri alveari sono immersi in un ambiente incontaminato, ricadente nel cuore del Parco Nazionale del Pollino.

La morfologia tipica dei luoghi di montagna non ha favorito, nel corso dei tempi, l'insediamento e lo sviluppo di attività agricole di tipo estensivo; fattore che ha svolto un ruolo di fondamentale importanza nella conservazione della naturalità dei luoghi.
Nelle aree circostanti l'apiario, infatti, la vegetazione spontanea, le essenze aromatiche ed officinali, i pascoli di montagna e i boschi offrono alle nostre api svariate risorse nettarifere, diversificate a seconda della stagione e delle associazioni botaniche che caratterizzano questi particolari ambienti.

L’apiario è situato ad una quota di circa 850 m s.l.m., su un versante esposto a sud, sotto alberature rade di latifoglie, le quali forniscono ombreggiamento in estate, mentre lasciano penetrare i raggi del sole in inverno.
I corsi d’acqua naturali rendono, inoltre, disponibili le risorse idriche durante tutto l’anno.
Per la gestione dell’apiario effettuiamo delle visite periodiche, con una frequenza più assidua nei momenti più delicati della vita degli alveari, come la sciamatura, e la preparazione all’invernamento, ecc., effettuando contestualmente un monitoraggio continuo dello stato sanitario delle famiglie.